Tours, escursioni a Las Vegas, Grand Canyon, Red Rock e Death Valley con guida in italiano

Grand Canyon National Park

Il Grand Canyon National Park è, non a caso, considerato il gioiello dell’Arizona

Bellezza che tramortisce

Diciamolo subito: non è assolutamente possibile non farso tramortire dalla bellezza del Grand Canyon National Park. Se c’è un luogo al mondo che può davvero dare l’idea di cosa sia la maestosità della natura, quel luogo è il Grand Canyon. Chi lo ha visitato racconta invariabilmente di avere provato emozioni non solo uniche, ma anche molto forti. Il Grand Canyon regala rilievi dalle forme più varie in cui è proprio la mancanza di armonia che dona un insieme di fascino inquietante. I colori, la luce violenta che, in alcune momenti sembra uscire direttamente dalla terra, danno a questo luogo un’atmosfera quasi surreale.

grand canyon

Fiume Colorado

Parlare del Grand Canyon vuol dire parlare del Fiume Colorado, dal momento che il canyon è una parte del fiume. Fiume che, con la sua forza e con il suo scorrere, ha lavorato per millenni, costituendo il famoso Colorado Plateau dalla superficie immensa, tanto da riguardare ben cinque stati tra cui Nevada, Utah, Arizona, New Mexico e Colorado del sud. Successivamente il lavorio delle acque è ciò che ha creato la spaccatura, profonda un chilometro e lunga ben 446 chilometri conosciuta come Grand Canyon proprio per le sue dimensioni. Un luogo dalla bellezza e dall’importanza naturalistica tale da essere quasi totalmente tutelato come parco nazionale.

Il parco è diviso quasi in due metà precise proprio dal Grand Canyon con quelli che sono chiamati North Rim e South Rim, due bordi che, pur non essendo separati da una distanza enorme, non hanno comunque vie di comunicazione diretta l’uno con l’altro. Il South Rim è in Arizona ed è visitabile tutto l’anno a differenza del South Rim che, in inverno, resta chiuso a causa di un clima non proprio clemente. Entrambi i “bordi” sono comunque facilmente raggiungibili con brevi voli da Las Vegas. Ma Las Vegas ha anche il vantaggio di essere comunque abbastanza vicina da consentire di raggiungere il Grand Canyon anche percorrendo alcune delle più belle e selvagge strade del Nevada.

South Rim e North Rim

Il South Rim è il bordo del Grand Canyon più visitato dai turisti e anche quello che le più attrezzate aree di ricezione, tra cui il Grand Canyon Village. Ma il fatto che sia il più frequentato non deve far pensare che sia il meno interessante. Anzi. Ci sono alcuni punti che levano davvero il respiro da tanto sono belli. I punti di osservazione sono molti, come il Yavapai Point o il suggestivo Hopi Point da visitare soprattutto all’approssimarsi del tramonto. Da non perdere il famoso Desert Wiev in cui svetta una torre rupestre con murales riportanti leggende dei nativi americani.

Il North Rim è forse più selvaggio, meno turistico anche perché meno facilmente raggiungibile. Anche per questo motivo una vita qui presuppone che siate pronti a camminare e avventurarvi in luoghi in cui non ci sono autobus o altri servizi simili. C’è però un campeggio e un albergo spettacolare costruito proprio sul bordo del canyon. Ci sono poi molti sentieri di diverse difficoltà ma che richiedono comunque una bella preparazione e uno spirito decisamente avventuroso.

punto di vista del grand canyon

Lo Skywalk Grand Canyon

Di cosa si tratta? Di un’altra meraviglia all’interno del parco. Cioè una piattaforma trasparente, letteralmente sospesa sul canyon e che consente di avere visuali ed emozioni da paura. La piattaforma è all’interno della riserva indiana hualapai ed è stata al centro di non poche polemiche ambientali. Ma c’è da dire che sono stati proprio gli hualapai a volere la struttura. Al di là delle polemiche stiamo parlando di una costruzione da brivido che si sporge sul canyon, totalmente trasparente e in grado di offrire panorami da levare il fiato.